Abbinamento Vino e Formaggi – Capra, Pecorino, Erborinati, Francesi

Come abbinare formaggi e vino? Scopri le regole di abbinamento vino e formaggio, gli abbinamenti formaggio e vino bianco, rosso, rosato e spumante. Troverai esempi di abbinamento vino e formaggi francesi, italiani e internazionali. Approfondisci gli abbinamenti vino e formaggi freschi, vino e formaggi stagionati, vino e formaggi a pasta fiorita.

Tra gli esempi anche abbinamenti tra vino e formaggio a pasta filata, vino e formaggi caprini, vini e formaggi erborinati. Troverai anche la lista delle tipologie di formaggi più famosi con corrispettivi consigli di abbinamento con vino.

INDICE

ABBINAMENTO VINO E FORMAGGIO

Quale vino abbinare ai formaggi? Il Formaggio rappresenta il fiore all’occhiello della cultura gastronomica Italiana e Francese. Sono infatti innumerevoli i formaggi esportati in tutto il mondo prodotti in Italia e Francia che, come è ben noto, sono anche i paesi più amati a livello internazionale per il vino. Sorge quindi spontaneo domandarsi: come abbinare vino e formaggio?

Cos’è il Formaggio?

Prima di capire come abbinare vino e formaggio è utile qualche premessa su cos’è il formaggio.

Il Formaggio è un alimento caseario prodotto in un’ampia gamma di sapori, consistenze e forme ricavato dalla coagulazione del latte (eventualmente addizionato di fermenti e muffe) per mezzo di caglio o di coagulanti vegetali.

La coagulazione permette d’isolare e concentrare la frazione nobile, grassa e proteica del latte (caseina) da quella liquida, formando così una massa gelatinosa e fragile detta cagliata. La cagliata viene successivamente sottoposta a una serie molto eterogenea di processi produttivi attraverso i quali si realizzano le varie tipologie formaggi. È importante tenere presente questa quantità di grasso nell’abbinamento vino e formaggi.

L’origine del nome deriva dal termine greco formos, ovvero il paniere che veniva adottato per riporre la cagliata per dargli una forma. In seguito fu traslato al latino col termine formaticum e nel francese medioeavale formage.

La storia del formaggio è una tradizione atavica legata che ha le sue origini nell’Asia Minore nella preistoria, quando l’uomo da cacciatore e predatore iniziò a dedicarsi alla pastorizia e all’agricoltura.

Da cosa è composto il formaggio?

I formaggi sono un’ottima fonte di proteine, calcio, vitamine del gruppo B e molti altri nutrienti, ma sono anche ricchi di colesterolo e grassi. Il contenuto dei vari nutrienti, proteine e grassi rispecchiano la qualità del latte di provenienza, in ordine di grassezza: (vacca, capra, bufala, pecora).

I grassi possono superare il 42% nei formaggi grassi, essere compresi tra 20 e 42% nei formaggi semigrassi e tra 16% e 20% in quelli definiti magri.

Come organizzare una degustazione di formaggio

Come abbinare vino e formaggi nel pasto? In generale in formaggio viene proposto dopo il secondo piatto o come portata unica, in compagnia di pane, confetture, miele o frutta. (Quest’ultime meno consigliate se si vuole focalizzare l’attenzione sull’abbinamento formaggio e vino).

La portata unica a base di formaggi permette di valorizzare al massimo l’abbinamento vino e formaggio, non essendo vincolata all’ordine dei vini delle altre portate. Una degustazione non richiede molti formaggi, in genere mezza dozzina è più che sufficiente.

La degustazione di formaggi può essere in base a: tipologia di latte, pasta, stagionatura, regione o tipologie simili ma provenienti da regioni differenti.

Formaggi per Tipologia di Latte

LATTEFORMAGGIO
VaccaAsiago, Brie, Bleu, Burrata, Camembert, Comté, Cheddar, Caciocavallo, Crescenza, Gorgonzola, Époisses, Fourme d’Ambert, Grana Padano, Gruyère, Mimolette, Montasio, Munster, Provolone, Parmigiano Reggiano, Reblochon, Scamorza, Stilton, Stracchino, Squacquerone, Taleggio
PecoraCanestrato Pugliese, Fiore Sardo, Pecorino Toscano, Romano, Sardo Siciliano, Umbro, Abruzzese, del Sannio, dei Monti Sibillini, di Pienza, Roquefort, Feta, Ricotta (Non formaggio per legislazione italiana)
CapraCrottin de Chavignol, Picodon, Pouligny-Saint-Pierre, Saint Maure de Touraine, Chabichou, Garrotxa,  Valencay, Mâconnais,  Pélardon, Robiola di Roccaverano, Cacioricotta di Capra, Cadolet
BufalaMozzarella di Bufala, Burrata, Stracciatella
MistoBitto, Feta, Bra, Castelmagno, Raschera, Toma

5 REGOLE ABBINAMENTO VINO E FORMAGGIO

Quale vino abbinare al formaggio? Per abbinare vino e formaggio è utile considerare tre aspetti: abbinare vino per tipologia di formaggio, abbinare vino e formaggio per armonia o contrasto, e abbinare vino e formaggio per legame territoriale. Scopri le 5 regole per l’abbinamento vino e formaggio alla perfezione.

Nella sezione successiva troverai alle 5 regole troverai anche abbinamenti vino e formaggi freschi, vino e formaggi a pasta fiorita, abbinamento vino e formaggi stagionati. Scopri nel paragrafo successivo anche l’abbinamento vino e formaggio a pasta filata, l’abbinamento vino e formaggi di capra e l’abbinamento vini e formaggi erborinati.

1)ABBINAMENTO VINO E FORMAGGIO PER CONTRASTO

Come abbinare ai formaggi per contrasto? Questo approccio di abbinamento vino e formaggio individua nell’equilibrio tra vino e formaggio il fondamento cardine. Molti di questi principi di abbinamento sono popolari in Francia, dove il formaggio detiene un’importanza senza eguali e imperversano in ogni angolo suggestive Fromagerie e Bar à Vin, specializzate in taglieri di formaggi abbinati al vino.

L’abbinamento vino e formaggio per contrasto consiste nel bilanciare la grassezza, sapidità o la tendenza dolce dei formaggi grazie all’acidità, effervescenza, sapidità o, eventualmente, il residuo zuccherino dei vini.
Scopriamo qualche esempio con questo approccio di abbinamento vino e formaggi.

Esempi abbinamento Vino e Formaggio per Contrasto

Esempi di abbinamento vino e formaggio? Formaggi francesi a pasta fiorita e pasta molle come Camembert e Coulommiers, Neufchatel, essendo grassi, idratati e di tendenza dolce possono essere bilanciati per contrasto dai tannini morbidi e l’acidità vivace di un Pinot Nero della Borgogna o di un Gamay.

Formaggi a pasta dura stagionati
e sapidi e piccanti possono essere bilanciati per contrasto dall’effervescenza e la freschezza di spumanti metodo classico italiani come Franciacorta, Alta Langa, Trento DOC o Oltrepò pavese. Vi trovate in Inghilterra in una notte piovosa? Aged Cheddar e Metodo Tradizionale del Sussex.

Formaggi a pasta lavata francesi
come Epoisses, Maroilles, Mont D’or, Munster e l’italiano Taleggio, dotati di grassezza e profumi pungenti possono essere abbinati per contrasto con vini bianchi che contemperino freschezza e aromaticità come quelli della Loira o della Borgogna, oppure in Italia con dei vini bianchi del Collio e dell’Alto Adige.

Nel caso dei formaggi erborinati e piccanti e sapidi come Fourme d’Ambert, Stilton e Gorgonzola invece possono essere bilanciati per contrasto con vini dolci passiti o liquorosi come Sauternes e Tokaji, oppure in italia con vini passiti come i Muffati di Orvieto, Vin Santo, Recioto, Marsala e Moscato Passito.

Qualcuno ha detto abbinamento Formaggi Erborinati e Vernaccia di Oristano? La fortuna aiuta gli audaci!

2)ABBINAMENTO VINO E FORMAGGIO PER ARMONIA

Come abbinare ai formaggi per armonia? L’abbinamento vino e formaggio per armonia consiste nell’accordare la durezza della pasta (molle, semidura, dura) e la stagionatura (fresco, semi-stagionato, stagionato) del formaggio con la struttura del vino.

Il principio si basa sull’idea che la componente alcolica del vino viene accordata con il contenuto di acqua e la grassezza del formaggio creando equilibrio. Gli alcoli infatti, scompongono i grassi del formaggio riducendoli in composti più gradevoli al palato e rendendo percepibili interessanti sfumature aromatiche.(composti volatili).

L’abbinamento vino e formaggio per armonia è molto diffuso in Italia. Infatti, la cultura casearia italiana offre un gamma molto ampia di tipologie di formaggi (Oltre 487 varietà) che permettono innumerevoli combinazioni e abbinamenti con vino. Scopriamo qualche esempio con questo approccio di abbinamento vino e formaggi.

Esempi abbinamento Vino e Formaggio per Armonia

I formaggi freschi e magri a pasta molle come Robiola e Crescenza e Squacquerone possono essere ideali con vini bianchi leggeri, aromatici e poco alcolici.

Formaggi a pasta semidura di media stagionatura, come Pecorini semi-stagionati, si possono abbinare con vini rossi poco tannici o vini bianchi e rosati di buona struttura. Da provare anche con vini bianchi macerati.

Nel caso di formaggi a pasta dura stagionati come Parmigiano Reggiano, Grana PadanoProvolone o Castelmagno, per sostenere la ricchezza organolettica dei formaggi si può optare per un vino rosso corposo, (ma non tannico) impreziosito da note terziarie dell’affinamento in legno.

3)ABBINAMENTO VINO E FORMAGGIO PER TIPOLOGIA (Bianco, Rosso, Rosato, Spumante)

Abbinamento formaggio e vino bianco

Abbinare vini bianchi e formaggio? I vini bianchi sono considerati i più indicati e versatili nell’abbinamento vino e formaggio. Questo è dovuto alla loro maggiore acidità, capace d’integrarsi con la grassezza del formaggio e la tendenza dolce conferita dal lattosio.

I vini bianchi più giovani e immediati possono essere perfetti per formaggi freschi e magri. Al contrario, vini più corposi, evoluti, affinati sur lies e con passaggi in legno possono essere adatti nell’abbinamento con formaggi grassi e ricchi di aromi. Scopriamo qualche esempio con questo approccio di abbinamento vino e formaggi.

Vini bianchi internazionali come Riesling, Sauvignon, (in particolar modo) o Viognier e Chardonnay da zone continentali o sud-continentali possono essere soluzioni sempre efficaci di abbinamento vino con formaggi francesi.

Da scoprire anche l’abbinamento formaggio con vini bianchi italiani da vitigni autoctoni. Da considerare in particolar modo i vini Friulani, dell’Alto Adige e Trentino, dell’Irpinia, dell’Etna o Piemontesi, essendo generalmente tra i vini italiani dotati di maggiore acidità.

Da provare anche l’originale abbinamento formaggi con vini bianchi macerati, in particolar modo con quelli del Collio.

Abbinamento formaggio e vino rosato

Abbinare vini rosati e formaggio? I vini rosati sono tra i più versatili nell’abbinamento vino e formaggio, ideali in particolar modo per formaggi a pasta filata come Mozzarella, Scamorza, Burrata, Manteca, Stracciatella e Caciocavallo.

Sensazionali in abbinamento con i vini rosati pugliesi e siciliani.

Da provare in alternativa anche vini rosati Valtenesi o Bardolino Chiaretto per formaggi freschi oppure vini rosati Toscani e Cerasuolo d’Abruzzo in abbinamento a pecorini semi-stagionati e stagionati.

Abbinamento formaggio e vini spumanti

Abbinare vini spumanti e formaggio? I vini spumanti possono essere una valida opzione di abbinamento vino e formaggi stagionati, capace di mitigare la sapidità e la grassezza del formaggio grazie alla spiccata acidità e al potere detergente della CO2.

Vini spumanti metodo charmat più delicati si possono abbinare a formaggi magri a pasta molle, mentre spumanti metodo classico più complessi sono sensazionali con formaggi a pasta fiorita e lavata. Da provare i vini spumanti Metodo Classico anche con formaggi a pasta dura stagionati ed erborinati.

Abbinamento formaggio e vini rossi

Abbinare vini rossi e formaggio? I vini rossi sono i più difficili vini da abbinare con il formaggio. Le proteine del latte (caseina) infatti, reagendo col vino tendono a legarsi e far precipitare al palato i tannini del vino rosso.

Questa reazione enfatizza l’astringenza dei tannini causando in bocca un cortocircuito: sensazione di secchezza dal retrogusto metallico e amaricante, sollecitata dalla sapidità naturale del formaggio.

Inoltre i formaggi più stagionati sono più disidratati e vi è un importante concentrazione dei grassi che rende l’abbinamento con vini rossi tannici poco consigliato. Assolutamente sconsigliati i vini rossi secchi con formaggi erborinati.

Tuttavia nell’abbinamento vino rossi e formaggi si possono prediligere vini dotati di buona acidità poco tannici ed eventualmente dotati di un leggero residuo zuccherino. Da considerare per esempio Schiava, Lagrein, Bardolino, Valpolicella, Ruché e alcune tipologie più verticali di Barbera e Chianti Classico. Interessanti nell’abbinamento con formaggi francesi vini rossi come Pinot Nero, Gamay del Beaujolais. Qualcuno ha detto Lambrusco metodo ancestrale? Provare per credere.

4)ABBINAMENTO VINO FORMAGGIO TERRITORIALE

Quale vino abbinare Formaggio per legame territoriale? Sicuramente scegliere degli abbinamenti formaggio e vino che siano territoriali è un’ottima soluzione.

Esempi di sensazionali abbinamenti formaggio e vino in questo caso possono essere la Vernaccia di San Gimignano Riserva con il Pecorino Toscano, il Sauternes con il Roquefort, i vini bianchi di Sancerre con il formaggio caprino Pouligny-Saint-Pierre, la Mozzarella di Bufala con il Greco di Tufo.

Da provare anche l’abbinamento formaggio e vino territoriale tra il Mon’t D’or con gli Chablis, il Fiore Sardo con il Vermentino di Gallura. Sensazionale anche l’Époisses con il Pinot Nero della Borgogna, il Canestrato Pugliese coni vini rosato del Salento.

5) ABBINAMENTO VINO E FORMAGGIO NON TERRITORIALE

Abbinare vino e formaggi oltre la concordanza territoriale? Perché non osare anche qualche abbinamento formaggio e vino al di fuori delle associazioni territoriali ma basate esclusivamente sull’efficacia del connubio organolettico.

Potremmo provare per esempio ad abbinare l’abbinamento caprini francesi con i Riesling Renano con i Sauvignon Blanc della Nuova Zelanda, il Parmigiano Reggiano insieme allo Champagne, il Comté con gli Sherry di Jerez, il Munster con il Gewürztraminer dell’Alto Adige.

Interessante anche l’abbinamento vino e formaggio tra Mimolette con i bianchi macerati del Collio o il Camembert con il Lagrein o lo Stilton con il Passito di Pantelleria o la Mozzarella di Bufala con i vini rosati della Provenza.

ESEMPI DI ABBINAMENTO VINO E FORMAGGIO


ABBINAMENTO VINO E FORMAGGI FRESCHI

Stracchino

Quale vino abbinare ai formaggi ai formaggi freschi? I formaggi ‘magri’ hanno un contenuto di grassi inferiore al 20%  e hanno tempi di deperibilità brevi pertanto vengono consumati entro pochi giorni dalla lavorazione.

I formaggi magri contengono fino all’80% di acqua, non hanno crosta e sono bianchi con una pasta molle o pasta tenera liscia, aromi delicati e gusto tenero dalla tendenza dolce.

Tra queste tipologie si possono citare Robiola, Crescenza, Stracchino, Squacquerone, Fiocchi di Latte.

Quali vini abbinare ai formaggi freschi e magri?

Abbinamento vino e formaggi freschi e magri? Data la natura delicata sia in termini di aromi che di struttura sono ideali con vini bianchi e rosati giovani e poco alcolici. Esempi interessanti tra i vini bianchi possono essere vini giovani senza in passaggio in legno del Friuli, dell’Alto Adige e Trentino, o della Valle d’Aosta, interessanti da provare anche con alcune interpretazioni di Albana o Pagadebit della Romagna.

Tra i vini rosati da abbinare ai formaggi freschi si possono considerare vini delicati come BardolinoChiaretto e Valtenesi.

Da tenere in considerazione anche l’abbinamentovino con formaggi freschi anche con vini spumanti metodo Charmat delicati come Prosecco, Pignoletto, Ribolla Gialla e Fior d’Arancio.

ABBINAMENTO VINO FORMAGGI SEMI STAGIONATI

Pecorino Toscano

Quale vino abbinare ai formaggi ai formaggi semi stagionati? I Formaggi a “pasta semidura” subiscono una stagionatura media, hanno un contenuto di acqua generalmente compreso tra il 36% e il 45% e possono essere a pasta cruda, semicotta o cotta.

La stagionatura più o meno lunga permette di ottenere caratteristiche specifiche passando da sensazioni più dolci nei formaggi più fresche a quelle più piccanti in quelli stagionati. I tempi di stagionatura sono regolate dalla disciplinare per i vini DOP o semplicemente scelte a discrezione del produttore a seconda dello stile desiderato.

Quali vini abbinare ai formaggi semi stagionati?

In questo caso l’abbinamento vino e formaggio è ideale con vini bianchi strutturati, evoluti affinati in legno, sur lies e che contemperino freschezza, struttura e complessità olfattiva. In alternativa, possono essere convincenti anche abbinamenti formaggi semi stagionati e vini rosati strutturati o vini rossi, a patto che abbiano una buona acidità e tannini morbidi.

Fiore Sardo

Un’ottima soluzione di abbinamento formaggi e vino in questo caso può essere rappresentata anche da vini bianchi macerati, opzione originale e perfetto compromesso tra struttura e morbidezza.
Abbinamento vino e formaggi semistagionati?  Alcuni esempi di abbinamento territoriale possono essere la Vernaccia di San Gimignano Riserva e Pecorino di Pienza e il Vermentino di Gallura con Fiore Sardo.

Da considerare i vini bianchi dell’Etna con Pecorino Siciliano, vini rosati del Salento con Canestrato Pugliese, Chardonnay della Côte de Beaune con Comté.

Da considerare tra gli abbinamenti vino e formaggi semi-stagionati anche il Timorasso, il Roero Arneis e Gavi evoluti con il Castelmagno semistagionato, Bra e Raschera. Da provare anche gli abbinamenti vino e formaggio tra Asiago e Bardolino e Valpolicella oppure il Lugana e il Riesling dell’Oltrepò Pavese con il Bitto, ma anche Chianti Classico annata e Pecorino Toscano.

ABBINAMENTO VINO FORMAGGI STAGIONATI

Parmigiano Reggiano

Quale vino abbinare ai formaggi ai formaggi stagionati? I Formaggi Stagionati subiscono una prolungata maturazione che contribuisce a disidratare il formaggio, diminuirne l’acidità e mutarne, attraverso la lipolisi dei grassi, il profilo olfattivo e gustativo rendendolo più pungente, sapido e dalla consistenza compatta.

I formaggi a pasta dura stagionati hanno un contenuto di acqua relativamente basso, in genere dal 30% al 40%.

Questi formaggi sono i più digeribili per la degradazione del lattosio della stagionatura, ma anche più calorici e ricchi di grassi, proteine e sodio. Vediamo insieme consigli di abbinamento vino e formaggi stagionati.

Quali vini abbinare ai formaggi stagionati?

Mimolette

Abbinamento vino e formaggi stagionati? Alcuni interessanti abbinamenti vino e formaggi stagionati di basano sul contrasto tra grassezza e sapidità dei formaggi e l’effervescenza e la freschezza conferita dagli spumanti. In questo caso però si dovrà optare per spumanti metodo classico strutturati, possibilmente millesimati, che possano sostenere la complessità dei formaggi.

Tra gli abbinamenti vino e formaggio stagionato da considerare l’abbinamento Parmigiano Reggiano e Franciacorta, Grana Padano e spumanti Trento DOC, Castelmagno e Spumante Metodo Classico Alta Langa. Interessante anche l’abbinamento vino e formaggi stagionati come Asiago stravecchio e Metodo Classico Oltrepò Pavese. Da scoprire anche Cheddar e Spumanti Metodo Classico del Sussex, Mimoulette con Champagne, il Gruyère con il Chasselas della Svizzera.


ABBINAMENTO VINO FORMAGGI CROSTA FIORITA

Camembert

Come abbinare vino e formaggi a crosta fiorita? I formaggi a pasta molle a crosta fiorita” sono cremosi o semiliquidi poiché non subiscono né riscaldamento né pressatura e sono ottenuti con l’inoculo di muffe speciali del genere Penicillium, come il Penicillium camemberti.

Le muffe conferiscono alla crosta una consistenza soffice e una colorazione biancastra e profumi intensi che richiamano il muschio, il sottobosco, funghi e sfumature sulfuree.

Tra i formaggi a crosta fiorita si possono citare in Francia i famosi formaggi francesi Brie, Camembert e St. Marcellin. In Italia vi sono alcuni produttori artigianali che hanno provato a interpretare questi formaggi d’ispirazione francese.

I formaggi a crosta fiorita sono generalmente dotati di particolare grassezza e di una pasta molle essendo più ricchi di acqua (indispensabile per la propagazione delle muffe tipiche)

Quali vini abbinare ai formaggi a pasta fiorita?

Abbinamento vino e formaggi a crosta fiorita? Per il motivo appena citato l’abbinamento vino e formaggi a crosta fiorita è particolarmente ideale anche con vini rossi di buona acidità e tannini accennati e levigati.

Alcuni esempi territoriali di abbinamento vino e formaggi potrebbero essere il delicato Pinot Nero dell’Alsazia o un Gamay del Beaujolais con il Brie, mentre un Pinot Nero della Borgogna con il Camembert.  In alternativa in Italia si potrebbe optare per un Pinot Nero dell’Alto Adige oppure un Lagrein o una Schiava, Bardolino, Valpolicella o Ruché.

Qualcuno ha detto Merlot del Friuli ? Un’opzione di abbinamento vino formaggio che potrebbe ricalcare in modo curioso sfumature di sottobosco di questa tipologia di formaggi.

ABBINAMENTO VINO FORMAGGI A CROSTA LAVATA

Époisses

Come abbinare vino e formaggi a crosta lavata? I formaggi a crosta lavata’ sono caratterizzati da una crosta che viene ripetutamente lavata con soluzioni di acqua e sale (Taleggio) o idroalcoliche (Époisses) al fine di eliminare le muffe che si formano, permettendo la crescita di un particolare tipo di batteri ((Brevibacterium linens).

Questi batteri conferiscono alla crosta una consistenza elastica e la tipica colorazione rosso-marrone che impreziosisce il sapore e dona gli inconfondibili aromi dal carattere pungente.

Gli aromi dei formaggi a crosta lavata sono spesso descritti in modo pittoresco come stalla, humus, sentori animali e persino di piedi. Si pensi che alcuni di essi sono così puzzolenti che sono stati bandito dai trasporti pubblici francesi. Il sapore dei formaggi a crosta lavata tuttavia, non ha nulla a che fare con l’aroma: complesso e avvolgente e di consistenza umida ed elastica.

Abbinamento vino e formaggi a crosta lavata? L’Abbinamento vino e formaggi a crosta lavata è ideale con vini bianchi di media struttura, evoluti e di buona acidità. Interessante anche l’abbinamento formaggi francesi a crosta lavata con birre belga.

Quali vini abbinare ai formaggi a pasta lavata?

Taleggio

Tra gli abbinamenti vino e formaggi territoriali possiamo considerare il Chablis con il con l’Époisses de Bourgogne,il Viognier del Rodano con il Reblochon. Abbinamento formaggio e vino tra Vacherin Mont d´Or con i vini bianchi della Savoia o i Savagnin dello Jura. Molto interessante anche l’abbinamento vino e formaggio tra Munster e Gewürztraminer Alsaziani e Lugana con il Taleggio.

Abbinamenti formaggio e vini in italiani in alternativa possono essere interessanti con dei vini bianchi del Friuli come Friulano, Ribolla Gialla e vitigni internazionali. Sensazionali anche Gewürztraminer e Müller Thurgau dell’Alto Adige, e Nosiola del Trentino. Da provare in abbinamento ai formaggi a crosta lavata anche i vini bianchi dell’Irpinia e dell’Etna.

Se siete dei curiosi e non avete paura dei gusti pungenti, da provare anche l’abbinamento con birre stile Italian Grape Ale, Farmhouse e Lambic.

ABBINAMENTO VINO FORMAGGI A PASTA FILATA

Mozzarella di Bufala Campana

Abbinare vino e formaggi a Pasta Filata? Sono una categoria di formaggi tipici dell’Italia meridionale e insulare, in cui la cagliata matura nel siero caldo riducendo la caseina in fili sottilissimi. Questo procedimento è artigianale e totalmente manuale è permette di ottenere a partire dal latte un composto solido, filante e malleabile, dal quale vengono conferite le diverse forme di formaggio a seconda della tipologia.

A seconda della lavorazione della pasta filata si ottiene:

  • Mozzata (da qui “mozzarella”)
  • Scamozzata (da qui “scamorza”)
  • Stracciata (da “stracciata”)
  • Intrecciata o aggomitolata (per diventare caciocavallo

Quali vini abbinare ai formaggi a pasta filata?

Caciocavallo

Quale vino abbinare ai formaggi a pasta filata? I formaggi a pasta filata sono caratterizzati da una importante componente grassa ma anche tendenza dolce. Esempi di abbinamento vino e formaggi a pasta filata pertanto sono preferibili con vini bianchi o rosati alcolici, dal carattere mediterraneo, più giocati sulla sapidità che sull’aromaticità.

Abbinamento vino e formaggi a pasta filata? Alcuni esempi di abbinamenti vino e formaggio in questo caso possono essere Mozzarella di Bufata con Aprinio d’Aversa e vini bianchi dell’Irpinia come Greco di Tufo e Fiano di Avellino, Caciovallo Silano della Calabria con Pecorello e Mantonico, mentre Scamorza Pugliese, Burrata e Stracciatella sono sensazionali in abbinamento con i vini rosati del Salento.

Interessanti anche gli abbinamenti vino e formaggio come Manteca e Ostuni Bianco, Caciocavallo Abruzzese con Trebbiano d’Abruzzo e in Sicilia con la Provola dei Nebrodi con Grillo o Catarratto

ABBINAMENTO VINO FORMAGGI ERBORINATI

Gorgonzola

Quale vino abbinare ai formaggi ai formaggi erborinati? I formaggi a “pasta erborinata”, chiamati anche “formaggi blu” sono formaggi caratterizzati da striature e chiazze verdi-blu all’interno della pasta, dovute all’inoculo di miceli colorati dati dalle colture di funghi del genere Penicillium.

La loro consistenza dei formaggi erborinati può essere a pasta molle o dura e seconda della tipologia e del livello di stagionatura. La muffa cresce all’interno del formaggio con l’invecchiamento che conferisce inoltre sapori decisi e piccanti.

Quali vini abbinare ai formaggi erborinati?

Roquefort

Abbinamento vino e formaggi erborinati? Con i formaggi erborinati, piccanti e sapidi, un buon abbinamento con vino per contrasto implica la morbidezza e la dolcezza di vini passiti e liquorosi.

Alcuni esempi di abbinamento vino e formaggi erborinati può essere tra il Roquefort, Fourme d’ambert e Bleu d’Auvergne con i vini Sauternes. Interessante anche il Gorgonzola Piccante con il Moscato di Scanzo, il Queso de Cabrales con lo Sherry.

In alternativa da provare i formaggi erborinati in abbinamento con vini passiti come i Muffati di Orvieto, Passito di Pantelleria, Vin Santo, Recioto, Marsala. Da provare l’abbinamento formaggi erborinati anche con Porto e Tokaj

Formaggi Erborinati e Vernaccia di Oristano? La fortuna aiuta gli audaci!

ABBINAMENTO VINO FORMAGGI DI CAPRA

Formaggi Caprini

Quale vino abbinare ai formaggi caprini? Il formaggio di capra, o chèvre in francese, è il formaggio prodotto con latte di capra. I formaggi di capra vengono prodotti in un’ampia varietà di stili, che spaziano dal formaggio fresco morbido al formaggio stagionato a pasta dura.

Tra i formaggi caprini vi sono Sainte-Maure De Touraine, Chabichou, Picodon, GarrotxaValencay, Pouligny Saint-Pierre, MâconnaisPélardon, Robiola di Roccaverano, Cacioricotta di Capra, Cadolet.

Da un punto di vista nutrizionale i formaggi caprini hanno una composizione molto simile quelli vaccini, ma sono più facilmente digeribili. I formaggi caprini sono spesso caratterizzati da una spiccata cremosità e da profumi selvatici, vegetali e di erbe aromatiche.

Quali vini abbinare ai formaggi caprini?

Pouligny Saint-Pierre

Per questo motivo l’abbinamento tra caprini e Sauvignon Blanc è un classico: anch’esso caratterizzato da sfumature vegetali, che bene s’integrano con quelle del caprino. Di grande interesse come i Sauvignon Blanc di Sancerre, Pouilly-Fumé e Touraine, quelli dell’Alto Adige o della Nuova Zelanda. Un altro abbinamento formaggi di capra e vino è con i Riesling Renani, che con l’acidità citrica marcata bilanciano la cremosità dei formaggi caprini.

In alternativa, tra i vini bianchi italiani da abbinare ai formaggi caprini, da considerare vini bianchi aromatici e freschi come quelli del Friuli come Friulano, Ribolla Gialla e vitigni internazionali. Molto convincente anche l’abbinamento vino e formaggi di capra con Gewürztraminer e Müller Thurgau dell’Alto Adige, e Nosiola del Trentino, ma anche vini bianchi dell’Irpinia e dell’Etna possono essere rivelatori.

ABBINAMENTO VINO FORMAGGI IN SALAMOIA

Feta

Abbinamento vino e Formaggi in Salamoia? Il formaggi in salamoia sono tipici del Medio Oriente e del Mediterraneo e maturano in una soluzione di salamoia conferendo al formaggio stabilità e inibendo la crescita batterica anche nei paesi caldi.

I formaggi in salamoia possono essere morbidi o duri, variabili per contenuto di umidità, colore e sapore, a seconda del tipo di latte utilizzato; sono privi di crosta e generalmente hanno un sapore pulito, salato e acido.

Le varietà di formaggio in salamoia includono bryndza, feta, halloumi, sirene e telemea.

Quali vini abbinare ai formaggi caprini?

Quale vino abbinare ai formaggi in Salamoia? Da provare questi formaggi in abbinamento con vini bianchi dal carattere mediterraneo e sapido e semi-aromatico. Da provare quindi l’abbinamento di questi formaggi con Vermentino, Greco, Ansonica, Carricante, Catarratto, Fiano, Zibibbo.

ABBINAMENTO VINO E RICOTTA

Ricotta

Quale vino abbinare alla Ricotta? La ricotta è un prodotto caseario ma non è per legge un formaggio. Infatti, la ricotta non è ottenuta dalla coagulazione della caseina, ma dalle proteine del siero di latte (parte liquida separata dalla cagliata durante la caseificazione).

Quale vino abbinare alla ricotta? Alla stregua dei formaggi freschi la ricotta è adatta all’abbinamento con vini bianchi o rosati delicati, leggermente aromatici e poco alcolici. Vini bianchi del Friuli o dell’Alto Adige possono essere una buona opzione in abbinamento con la ricotta.

QUALE VINO ABBINARE AI FORMAGGI FRANCESI?

Quale vino abbinare ai formaggi francesi? L’abbinamento ideale tra formaggi francesi e vino segue le regole generali dell’abbinamento vino e formaggio per tipologia. In questo caso però, delle soluzioni di abbinamento tra formaggi francesi e vino potrebbero tenere del legame territoriale tra vino e formaggio.

Tra i vini più versatili per abbinare vino e formaggi francesi in generale potremmo considerare i vini bianchi e dai lunghi affinamenti della Borgogna (Chardonnay) o della Loira (Sauvignon), sensazionali con i caprini e formaggi a pasta fiorita e lavata.

Tra i vini rossi da abbinare ai formaggi francesi si può anche optare sulla versatilità di un Pinot Nero della Borgogna, dai tannini morbidi e la buona freschezza. In alternativa anche un più rustico Beaujolais potrebbe essere interessante. Un altro abbinamento classico tra vino e formaggi francesi è quello tra il formaggio erborinato Roquefort e i vini dolci Sauternes, ma da provare anche una Mimolette stagionata insieme a uno Champagne.

Oltre alla Francia si possono ovviamente abbinare i formaggi francesi a vini italiani, in questo caso i vini consigliati sono quelli del Collio, Alto Adige, Etna ed Irpinia. Le soluzioni sono veramente innumerevoli e vale la pena scoprire gli abbinamenti tra vini e formaggi francesi ponendo più attenzione sulla tipologia di formaggio che sulla correlazione territoriale. Quale vino abbinare ai formaggi francesi per tipologia? Approfondisci l’abbinamento vino e formaggi francesi nei paragrafi precedenti. sugli abbinamenti vino e formaggio per tipologia.

Quale vino abbinare ai Formaggi?

Qual è il migliore vino da abbinare al formaggio? Scegliere è un impresa ardua, che comunque soggiace inevitabilmente ai limiti di un’opinione soggettiva, che come tale, per definizione, è deficitaria e arbitraria. Noi abbiamo stilato i nostri consigli di abbinamento vino e formaggi.

Tra gli esempi si sono citati gli abbinamenti vino e formaggi freschi, abbinamento vino e formaggi stagionati o abbinamenti vino e formaggi erborinati. Sono stati affrontati anche l’abbinamento vino e formaggi di capra, l’abbinamento vino e formaggi francesi.

Rimane tuttavia imprescindibile sottolineare che il miglior abbinamento vino e formaggio è quello che è capace di emozionarci, anche legandosi a situazioni contingenti e momenti irripetibili e intimi della nostra vita. Pertanto, vi invitiamo a scoprire tutti gli abbinamenti vino e formaggio nella loro unicità, affinché possiate trovare e scegliere autonomamente il vino che possa essere annoverato per voi tra i vostri come il miglior abbinamento con il formaggio.