Classifica migliori annate Chianti Classico (Aggiornato 2023)

Scopri la classifica delle migliori annate di Chianti Classico dal 1995 ad oggi con la valutazione indicata in stelle. La classificazione delle annate del Gallo Nero va dall’eccellenza massima di cinque stelle, attribuite esclusivamente alle migliori annate, fino a un minimo di una stella per le annate peggiori, consultandosi con le annate è possibile scegliere quale Chianti Classico acquistare. Visita inoltre il nostro articolo sui migliori Chianti Classico rapporto qualità prezzo per maggiori informazioni sui migliori vini e sul Chianti Classico.

Classificazione migliori annate Chianti Classico

1995✭✭✭✭✭
1996✭✭✭✭
1997✭✭✭✭✭
1998✭✭✭✭
1999✭✭✭✭✭
2000✭✭✭✭
2001✭✭✭✭✭
2002✭✭
2003✭✭✭✭
2004✭✭✭✭✭
2005✭✭✭/1/2
2006✭✭✭✭✭
2007✭✭✭✭✭
2008✭✭✭✭
2009✭✭✭✭
2010✭✭✭✭
2011✭✭✭✭
2012✭✭✭1/2
2013✭✭✭✭✭
2014✭✭✭
2015✭✭✭✭✭
2016✭✭✭✭1/2
2017✭✭✭1/2
2018✭✭✭✭ 
2019✭✭✭✭✭ 

2020 – Migliori Annate Chianti Classico

La vendemmia 2020 ha portato rese ridotte, ma dal punto di vista qualitativo le uve hanno presentato un ottimo equilibrio ed un perfetto stato sanitario. In un anno così tristemente eccezionale, i produttori di Gallo Nero hanno portato in cantina uve sane e di ottima qualità.

L’annata è iniziata con un inverno piuttosto mite. La primavera è stata molto buona a livello climatico, con piogge abbondanti, ma che non hanno inficiato la stato sanitario delle piante, che altresì si sono sviluppate con un’ ottima e robusta vegetazione. La piovosità primaverile ha consentito l’accumulo di importanti riserve idriche nel terreno, che hanno aiutato le piante a superare un’estate calda e siccitosa, senza piogge e con picchi di calore piuttosto elevati, con punte superiori a 40°C tra luglio ed agosto.

Fortunatamente si è verificata una pioggia alla fine di agosto , che ha reidratato il terreno e la vegetazione; poi il mese di settembre ( fondamentale per il sangiovese) il clima ha permesso di ottenere una fantastica maturazione delle uve.

Vini del Chianti Classico annata 2020: I vini ottenuti presentano tonalità ed intensità importanti, tra le migliori degli ultimi anni; La componente acida risulta evidente, e la freschezza dei profumi si manifesta sin dai primi assaggi ; queste due componenti, insieme ad una notevole struttura, caratterizzano l’annata. Molto interessante è trovare nei vini condizioni opposte, che difficilmente convivono in una stessa annata; struttura e freschezza, ampiezza e acidità si percepiscono evidenti, ma già in grande equilibrio, tali da farci auspicare una delle annate più longeve degli ultimi anni.

  266.000 hl hl Valutazione annata:✭✭✭✭

2019 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico:Volendo commentare la vendemmia 2019 con una sola parola: memorabile per la straordinaria qualità del prodotto ottenuto. L’andamento stagionale ci è stato di grande aiuto, con piogge primaverili che hanno permesso la creazione di importanti riserve idriche nel terreno, adatte per affrontare un’estate moderatamente calda e caratterizzata da ridotte precipitazioni. Il clima, nella prima metà dell’anno, è stato più rigido e umido, ed ha lievemente ritardato il ciclo vegetativo della vite. L’estate è stata calda ma abbastanza regolare, senza particolari picchi di calore prolungati nel tempo o abbondanti precipitazioni. Il mese di settembre è stato caratterizzato da tempo fantastico, temperature miti e grandi escursioni termiche, poche precipitazioni, che hanno permesso la perfetta maturazione fenolica delle uve.

Vini del Chianti Classico annata 2019: I vini presentano dati analitici molto equilibrati con picchi di valore relativi agli antociani e polifenoli. In generali tutti si presentano molto complessi, ampi, con la struttura che non sovrasta l’equilibrio, e dove l’acidità risulta marcata, nonostante una componente alcolica non bassa. Sicuramente una delle migliori annate di Chianti Classico.

 306.000 hl Valutazione annata:✭✭✭✭✭

2018 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico: L’annata 2018 nel territorio del Chianti Classico ha avuto un andamento climatico discontinuo con mutevoli situazioni meteorologiche, con mancanza di continuità della stagione asciutta e soleggiata. L’elevato e costante tasso di umidità unito al fatto che in certi periodi le piogge si sono manifestate quotidianamente hanno creato molto lavoro nella gestione fitosanitaria del vigneto. Fortunatamente la situazione si è regolarizzata nel mese di settembre con giornate soleggiate, calde, ma con una buona escursione termica fra giorno e notte, che hanno consentito un migliore completamento del processo di maturazione delle uve.

Vini del Chianti Classico annata 2018: sono in generale prodotti con una giusta concentrazione, con un buon profilo aromatico, freschi, molto piacevoli che sicuramente saranno molto apprezzati in diverse fette di mercato. Una buona parte della produzione 2018 presenta caratteristiche chimiche ed organolettiche idonee anche per un periodo di medio-lungo invecchiamento.

hl. 270.000 Valutazione annata:✭✭✭✭

2017 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico: L’annata 2017 ha messo a dura prova i viticoltori di Chianti Classico. È stato infatti uno degli anni più siccitosi degli ultimi decenni. I primi mesi dell’anno sono stati variabili ma dal mese di maggio in poi le precipitazioni sono state davvero scarse.

Nei primi giorni di settembre si sono verificate alcune piogge sufficienti a interrompere quel calore favorendo una migliore ed adeguata maturazione delle uve. Le quantità di uva prodotta ha risentito tuttavia di una riduzione di circa 27% rispetto all’anno precedente, il quantitativo più basso degli ultimi 40 anni.

Vini del Chianti Classico annata 2017: Rivelano a livello qualitativo ottime sensazioni, con intensità e tonalità molto interessanti, vivaci e profonde, con note olfattive intense, varie caratterizzate da importanti note fruttate e tannini generalmente ben maturi e morbidi.

hl. 206.000 Valutazione annata:✭✭✭1/2

2016 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico: il profilo dell’annata 2016 è stato regolare, senza registrare problemi sanitari in vigna. L’unico evento che ha destato l’attenzione dei vignaioli sono state le scarse precipitazioni sul finire del mese di luglio al momento dell’invaiatura, ma lo stress idrico è stato superato grazie alle piogge di fine agosto e d’inizio settembre.

L’equilibrio è stato sostenuto anche grazie alla costanza del caldo, senza picchi eccessivi dell’ultimo mese, che ha aiutato la maturazione delle uve, senza fenomeni di sovra-maturazione o cottura del frutto. L’estate è stata ottima nell’insieme, caratterizzata da poca piovosità e da temperature elevate nei mesi di luglio e agosto, ma soprattutto da un’accentuata escursione termica notturna che ha favorito un miglioramento dell’annata del Chianti Classico nel complesso.

Vini del Chianti Classico annata 2016: Hanno profili aromatici elevati e con un’ottima acidità, profumi di ottima finezza. Al palato si rivelano vini pronti di ottimo equilibrio e buona concentrazione. A pieno titolo tra le migliori annate di Chianti Classico.

hl. 281.000 Valutazione annata:✭✭✭✭1/2

2015 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico: l’annata 2015 nel Chianti Classico può considerarsi una delle migliori per il risultato ottenuto nella qualità ineccepibile delle uve, grazie all’andamento climatico regolare. L’inverno è stato mitigato con alternanza di qualche giornata fredda, con temperature sotto lo zero. Primavera molto mite con temperature medio-alte favorevoli ad un germogliamento vegetativo regolare. L’estate è stata ottima nell’insieme, con poca piovosità e con temperature elevate nei mesi di luglio e agosto, ma compensate da una buona escursione termica notturna.

Vini del Chianti Classico annata 2015: Tutte le fasi fenologiche (gemmazione, fioritura, allegagione e invaiatura) sono state perfette. L’annata è da considerarsi quindi di altissimo livello qualitativo. Un’annata che, più di altre, ha esaltato le caratteristiche del Sangiovese: dai valori in estratto, antociani, polifenoli e profumi varietali di unicità e concentrazione. Meritatamente una delle migliori annate di Chianti Classico.

hl. 300.000 Valutazione annata:✭✭✭✭✭

2014 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico: il 2014 stato un anno caratterizzato da forti escursioni termiche e da una piovosità abbondante con piogge brevi ma copiose, alternate a giornate ventilate e temperature sotto la media. Molte aziende hanno dovuto investire in mano d’opera per fronteggiare le problematiche derivanti dall’eccessiva umidità (tra cui l’attacco di parassiti), intervenendo con diradamenti e asciugando e disinfettando le aree più a rischio (vigneti a bassa quota). Tuttavia, le favorevoli condizioni climatiche del mese di settembre e della prima metà di ottobre, con giornate estive e notti fresche, hanno consentito alla pianta una maturazione graduale ma completa.

Vini del Chianti Classico annata 2014: hanno un carattere non convenzionale, con un colore molto intenso grazie alla buona estraibilità degli antociani grazie al ricco corredo in polifenoli del Sangiovese. Spiccata inoltre la componente aromatica e acida. Nonostante le criticità dell’annata 2014 del Chianti Classico è risultata buona anche a livello quantitativo, sopra le medie degli ultimi anni.

hl. 293.000 Valutazione annata:✭✭✭

2013 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico: l’annata 2013 del Chianti Classico ha registrato nel primo semestre un’elevata piovosità con una tendenza a temperature che spesso si sono stabilizzate sotto le medie dei periodi di riferimento. Il caldo arrivato intorno alla metà di luglio ha accelerato i processi di maturazione delle uve, che ha proseguito con regolarità durante un’estate dalle temperature tipiche della stagione e da un settembre perfetto che ha accentuato le escursioni termiche permettendo una maturazione delle uve molto equilibrata.

Vini del Chianti Classico annata 2013: risultano molto equilibrati, fra profumi e sapori e soprattutto i sapori sono molto ben dosati: sono equilibrati i polifenoli, l’estratto, i tannini, la glicerina e struttura acida, in modo da armonizzarsi senza che nessun elemento prevalga sull’altro. A pieno titolo tra le migliori annate di Chianti Classico.

hl. 258.000 Valutazione annata:✭✭✭✭✭

Annata 2012 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico: il 2012 sarà ricordato nel territorio del Gallo Nero per la grande paura di fine estate, quando dopo mesi di siccità si temeva un’annata davvero difficile. Fortunatamente già a fine agosto, dopo una stagione povera di acqua e una delle estati più calde degli ultimi anni in Chianti è tornata la pioggia che ha fornito l’apporto idrico che unitamente alle maggiori escursioni termiche hanno garantito una buona annata di Chianti Classico. Vi è stato un calo quantitativo di c.a. il 16% rispetto allo scorso anno.

Vini del Chianti Classico annata 2012: Vini dal contenuto medio di alcool non esagerato (intorno ai 14 gradi nelle punte massime). I vini dell’annata 2012 del Chianti Classico sono quindi molto equilibrati, con un ottimo bilanciamento tra alcol, acidità e polifenoli che garantiscono prodotti morbidi, con un grande frutto e una buona ma non eccessiva componente alcolica.

hl. 233.000 Valutazione annata:✭✭✭1/2

Annata 2011 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico:

La vendemmia 2011 è stata caratterizzata da un alternarsi continuo dell’andamento climatico nelle diverse stagioni. Un fine inverno mite e piovoso ha preceduto una primavera iniziata in anticipo di circa 10 giorni, con temperature al di sopra delle medie stagionali nel mese di Aprile. Le ottime piogge di fine maggio – inizio giugno hanno garantito una buona riserva idrica alla piante, il cui sviluppo è proceduto con un leggero anticipo sull’andamento tradizionale.

I mesi estivi caldi ma mai eccessivi hanno portato alla maturazione delle uve in condizioni perfette. Le poche piogge di Agosto e le temperature al di sopra della media stagionale hanno mantenuto l’anticipo delle fasi fenologiche della pianta, anche grazie alle riserve idriche accumulate nel terreno e le ottime escursioni termiche. Una vendemmia eccellente dal punto di vista qualitativo, con quantità ridotte del 10% circa rispetto agli anni precedenti.

Vini del Chianti Classico annata 2011: Molti vini sono ricchi, ma fortunatamente non hanno ancora abbastanza freschezza, è dubbio che si possano armonizzare durante un prolungato affinamento in bottiglia.
 

Valutazione annata:✭✭✭

Annata 2010 – Migliori Annate Chianti Classico

Andamento climatico: Molto più fresco del caldo 2009. Un inverno molto piovoso, proseguito in una primavera molto umida, è stato seguito da un ciclo di crescita fresco. Il caldo di luglio ha contribuito a ridurre il ritardo nella maturazione che si stima era ormai in ritardo di 15 giorni. Il Sangiovese è stato raccolto fino alla terza settimana di ottobre e molti produttori hanno dovuto fare diverse raccolte per ottenere uve regolarmente mature nelle vasche di fermentazione.

Vini del Chianti Classico annata 2010: I vini della vendemmia 2010 si presentano intensi per colori e profumi, con gradazioni alcoliche non eccessivamente elevate garantendo una fragranza e una bevibilità precoci, caratterizzati comunque da livelli di acidità favorevoli alla longevità dei vini.

Valutazione annata 2010:✭✭✭

Annata 2009 – Migliori Annate Chianti Classico

Salutata inizialmente come una grande annata, ma i vini, ricchi e a volte confusi con un alto grado alcolico, hanno iniziato a tradire l’estate eccezionalmente calda man mano che si sviluppano in bottiglia. Un inverno molto piovoso è stato seguito da una primavera regolare con un maggio molto caldo, con temperature fino a 30 ºC, con conseguente rapida fioritura e allegagione. L’annata sembrava essere 10 giorni prima del normale, fino a metà maggio ha portato 30 giorni solidi di pioggia. Agosto è stato estremamente caldo con temperature diurne che raggiungono i 40 ºC, anche se le notti sono state molto più fresche rispetto al 2003, il che ha contribuito a preservare la freschezza dell’uva. Mentre gli anni 2009 hanno mostrato nel complesso una ricchezza di frutta con una buona acidità, in molti casi note di confettura sembrano influire negativamente sulla loro capacità d’invecchiamento. 

Valutazione annata 2009:✭✭✭

Quali sono le migliori annate di Chianti Classico? Con la descrizione dell’andamento climatico è possibile comprendere molti aspetti. Tuttavia rimane importante sottolineare come ogni cantina del Chianti Classico vanta vigne dotate di un proprio microclima con le proprie specificità, che possono differire anche in modo sostanziale. Risulta quindi essenziale valutare le migliori annate del Chianti Classico anche nel merito dei vini stessi, non solo generalizzando delle valutazioni che non sempre si sono rivelate così univoche per tutti. Nel scorso del tempo infatti, molte delle annate considerate meno fortunate hanno avuto modo di riscattarsi smentendo le previsioni. Vi invitiamo quindi a scoprire le unicità delle vostre migliori annate del Chianti Classico dei vostri vini preferiti.