Migliori 20 Vini Bianchi Italiani

Quali sono i migliori vini bianchi italiani? Scopri i migliori bianchi italiani da noi consigliati con foto e descrizione. Per approfondire ti consigliamo anche gli articoli sui migliori vini rosatimigliori vini rossi migliori vini spumanti.

Vuoi indicarci un’azienda e un vino? Scrivici

INDICE:

MIGLIORI VINI BIANCHI ITALIANI

Quali sono i migliori vini bianchi italiani, quelli più storici, noti e famosi nel mondo?

vini bianchi italiani sono tra i più amati a livello internazionale, molti sono stati pluripremiati dalla stampa internazionale e divenuti iconici contribuendo a scrivere la storia dell’enologia mondiale. Di seguito troverai una lista di etichette consigliate da Jean Marco Palmieri.

Ad ogni modo, consulta anche gli articoli dedicati ai migliori vini selezionati per regione, dove potrai approfondire con informazioni più dettagliate i vini principali, i vitigni autoctoni, il terroir ele cantine consigliate di ogni regione italiana.

MIGLIORI VINI ITALIANI PER REGIONE

MIGLIORI VINI BIANCHI ITALIANI consigliati da Jean Marco Palmieri

Quali sono i migliori vini bianchi in Italia? Scopri i vini consigliati da Italy’s Finest Wines con la nostra degustazione affinché ognuno possa trovare il vino ideale ai propri gusti ed esigenze. Troverai molte tra le aziende più iconiche storiche ma anche quelle che si sono contraddistinte per carattere unico e originale.

I migliori vini bianchi italiani saranno suddivisi per Italia settentrionale, centrale e meridionale.

MIGLIORI VINI BIANCHI DELL’ITALIA SETTENTRIONALE

Bianco Riserva ‘LR’ 2018 – Colterenzio

Descrizione: Bouquet delicato e raffinato, articolato su note di tarassaco, zenzero, frutta gialla, foglia di pomodoro e toni empireumatici.

Il sorso esplode pieno e morbidissimo, trainato da una piacevole scia acida che lascia la bocca fresca e  gratificata. Finale lungo, vivace e rotondo 

Carattere territoriale e abilità sono i presupposti per un vino che scommette sul connubio tra i caratteri varietali di Sauvignon, Chardonnay e Pinot Bianco. Raffinato , poliedrico e presentato con habillage superlativo:

da annoverare senza dubbio tra i migliori vini bianchi italiani.

Vitigni: Chardonnay, Pinot Bianco, Sauvignon
Regione: Alto Adige

Chardonnay ‘Troy’ 2018 – Cantina Tramin

Descrizione: Titilla il naso alternando intensi aromi di frutti canditi, fiori di zagara, ardesia, salsedine e pasticceria. Il sorso è voluminoso, sapido ben bilanciato da un’acidità incalzante.

Uno dei migliori vini bianchi italiani per espressività e integrità del frutto:

Naso complesso, fine ieratico: le note fruttati si integrano con sfumature imprevedibili che al secondo sorso persuadono e acquisiscono grande coerenza. Lisergico d’uva.

Vitigni: Chardonnay
Regione: Alto Adige 

Appius 2017 – San Michele Appiano 

Caratteristiche:  Nello spettro olfattivo si stagliano note di frutto della passione e mango, impreziositi da burro fuso, dolci note boisé e nuances di idrocarburi. Al palato coinvolge con una sensazionale sapidità iodata che amplifica il sorso. Finale voluminoso di grandissima persistenza e nitidezza

Sicuramente uno dei migliori vini bianchi in Italia dell’Alto Adige per finezza: grande espressività, avvolgenza e morbidezza.

Vitigni: Chardonnay 65%, Pinot Grigio 15%, Sauvignon 12%, Pinot Bianco 8%
Regione: Alto Adige 

Pinot Bianco Riserva ‘Five Years’ 2015 – Cantina Merano

Olfattivamente è intenso ampio e fresco con successioni note floreali virando su fruttate di pesca bianca fragrante e pompelmo, note affumicate e spezie dolci di vaniglia e burro fuso. Al palato è ricco e setoso con una grande morbidezza e freschezza impreziosita da una leggera nota iodata minerale che conferisce voluminosità e carattere in bocca. Finale elegante, avvolgente e pieno, di lunga persistenza con delicati ritorni sul frutto e sulle spezie.

Un vino dal naso seducente di grande eloquenza e finezza, che si sprigiona al palato ricco, morbido e voluminoso e di sensazionale persistenza. Interpretazione virtuosa di Pinot Bianco, interessante il potenziale d’invecchiamento. A pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani.

Vitigni: Pinot Bianco 100%
Regione:  Alto Adige      

Quarz Sauvignon 2018 – Terlan 

 Descrizione: Fiori di zagara in evidenza a cui si affiancano pompelmo rosa, frutto della passione, foglia di pomodoro e grafite.  Al palato si rivela voluminoso e avvolgente, sorretto da una buona vivacità acida che conferisce equilibrio e bevibilità. Ottima persistenza con echi nitidi sui varietale

Uno dei migliori vini bianchi italiani per complessità organolettica: ricco  e appassionante al palato e dal naso poliedrico e intrigante. Sensazionale interpretazione di Sauvignon in Italia.

Regione: Alto Adige       

Rachtl Sauvignon Blanc Riserva 2015 – Tiefenbrunner

Descrizione: Note varietali di flora alpina, pompelmo e frutto della passione si fondono a sentori di croissant fragrante e foglia di pomodoro impreziositi da timbri d’idrocarburi. In bocca è fresco e scattante, sorretto da una granulare presenza iodata. Finale fruttato di straordinaria persistenza. 

Il Rachtl di Tiefenbrunner ci stupisce per la sua eloquente finezza di profumi e massimizzazione del vitigno. Interpretazione virtuosa del Sauvignon Blanc in Italia: a pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani dell’Alto Adige.

Vitigni: Sauvignon Blanc
Regione: Alto Adige

Gewürztraminer ‘Kastelaz’ 2019Elena Walch

Caratteristiche: Interessante il quadro aromatico che tratteggia timbri di lychee e flora alpina sinergicamente legate a sfumature di frutta esotica, scorza d’arancia e viennoiserie. Il sorso è espansivo e intenso: si avviluppa incalzante, con un’acidità spiccata e una vena iodata viva ben tratteggiata.

Una delle più virtuose ed eleganti interpretazioni di Gewurztraminer in purezza: a pieno titolo tra i migliori vini bianchi in Italia per grande intelligibilità del frutto senza compromessi: espressivo, fantasioso e versatilissimo nell’abbinamento gastronomico.

Vitigni: Gewürztraminer
Regione: Alto Adige

Vintage Tunina 2018 – Jermann

Caratteristiche: Delicate note di ananas e melone bianco si mescolano a sentori di macchia mediterranea e burro fuso. La bocca è vivace, ritmata da una piacevole lama acida che rende il sorso salino e scattante. Finale di sensazionale persistenza. 

Affina in acciaio e in parte in botti di legno da 80-60 hl. Effettua fermentazione malolattica.

Tunisia è vino estroso, dal carattere autentico e ben definito. Tra i migliori vini bianchi italiani per i suoi profumi sfaccettati, delicati e raffinati.

Vitigni: Savignon Blanc, Chardonnay, Ribolla Gialla, Malvasia Istriana e Picolit
Regione: Venezia Giulia IGT    

Friulano 2018 – Miani 

Caratteristiche: Al naso affiorano decise note di lychee e frutta a polpa gialla impreziositi da timbri di viennoiserie, spezie dolci e idrocarburi. Al palato è avvolgente, setoso e vivace con sensazionale persistenza in retro-olfazione.

Meritatamente tra i migliori vini bianchi italiani del Friuli. Grande scorrevolezza e profumi d’inconsueta finezza. Ottimo potenziale d’evoluzione.

Vitigni: Friulano 100%
Regione: Friuli Venezia Giulia

Russiz Superiore Collio Col Disore 2016 – Marco Felluga

Descrizione: Naso mielato impreziosito da intense suggestioni di pesca gialla, acacia e pompelmo. Il sorso, fresco e slanciato, si allunga verso un finale di buona persistenza dalle suggestioni agrumate. 

Succoso ed espressivo, il è da annoverare tra i migliori vini bianchi italiani per la sorprendente intelligibilità del frutto, fresco e croccante.

Vitigni: 40% Pinot Bianco, 10% Ribolla Gialla, 15% Sauvignon, 35% Friulano
Regione
: Friuli Venezia Giulia  

‘Studio di Bianco’ 2018 Borgo del Tiglio

Caratteristiche: Profilo aromatico stratificato: si apre su note di lychees, sambuco e biancospino, per proseguire verso timbri di idrocarburi e cioccolato bianco. Al palato scorre denso e voluminoso ma al tempo stesso fresco e salino. Finale ben equilibrato, di grande persistenza e pulizia.

Da une delle più virtuose cantine artigianali del Collio, Studio di Bianco di Borgo del Tiglio è un vino d’inconsueta finezza ed equilibrio ottenuto dall’assemblaggio di Riesling, Sauvignon e Friulano. A pieno titolo tra i migliori vini bianchi d’Italia per armonia e meticolosa precisione enologica.

Vitigni: Riesling, Sauvignon, Friulano
Regione: Friuli Venezia Giulia

Terre Alte 2018 –  Livio Felluga 

Caratteristiche: Ventaglio olfattivo fresco e fragrante, con delicate sfumature floreali e citriche che si fondono a sentori di foglia di pomodoro, zagara e senape di Digione. In bocca è straordinariamente voluminoso con un finale persistente di buona pulizia che conferma l’olfatto. 

Un vino elegante capace di massimizzare dell’espressione territoriale del Friuli attraverso l’assemblaggio di Sauvignon, Pinot Bianco e Friulano.
A pieno titolo tra i migliori vini bianchi in Italia.

Vitigni: Sauvignon 40%, Pinot Bianco 30% , Friulano 30%
Regione: Friuli  

Derthona Costa del Vento 2017 – Vigneti Massa

Caratteristiche: Olfatto giocato inizialmente su note floreali di zagara, a cui si affiancano registri di frutta tropicale, impreziositi da più enigmatici sentori di erbe officinali, idrocarburi e viennoiserie. Palato contraddistinto da un’acidità di nerbo incalzante e finale d’imperitura persistenza con echi in cui riecheggia protagonista il frutto.

Uno dei migliori vini bianchi italiani per estrosa eleganza: la nota alternata sapidità iodata e acidità crea una dialettica molto convincente.

Vitigni: Timorasso 100%
Regione: Piemonte

Timorasso Derthona ‘Pitasso’ 2017Claudio Mariotto

Caratteristiche: Scorza d’arancia, acacia e miele di castagna si mescolano ad alloro, impreziositi da sfumature d’idrocarburi. Al palato è voluminoso, fresco e appassionante dotato di grande nota iodata ben tratteggiata che amplifica il sorso. Finale d’imperitura persistenza in cui riecheggiano tutte le nuances aromatiche.

Da uno dei produttori più iconici del Timorasso: Un vino sui generis, estroso e coinvolgente. Tra i migliori vini bianchi italiani per massimizzazione del potenziale enologico del Timorasso.

Vitigni: Timorasso 100%
Regione: Piemonte

Gavi ‘Monterotondo’ 2017Villa Sparina

Caratteristiche: Pesca sciroppata e fiori di zagara si mescolano a timbri salmastri di erbe officinali. Al palato è incalzante, fresco e sapido, dotato di strepitosa bevibilità. Ottima persistenza di grande precisione e lunghezza. 

Un interpretazione virtuosa di Gavi dal sensazionale potenziale evolutivo.Tra i migliori vini bianchi italiani per persistenza ed estrosità olfattiva.

Vitigni: Cortese 100%
Regione: Piemonte

Gaja & Rey Gaja 2018 – Gaja

Caratteristiche: Un tripudio di frutti a polpa gialla matura e tropicale che sfuma verso timbri agrumati, resina e miele d’acacia e delicate sensazioni balsamiche. 

Un vino bianco di nerbo e dal carattere meditativo: il palato ha un’acidità particolarmente pronunciata che dona grande scorrevolezza e profumi d’inconsueta finezza. 

Un vino lisergico di grande eloquenza:  appassiona al naso con il varietale nitido dello Chardonnay e si dipana al palato la possenza del terroir. Da annoverare tra i migliori vini bianchi italiani.

Vitigni: Chardonnay 100%
Regione: Piemonte  

‘Neige D’or’ 2016 – Lês Cretes

Il quadro aromatico è intenso, sfaccettato e fresco con successioni di flora alpina che virano verso timbri fruttate di lychees e pompelmo, note affumicate e spezie dolci di vaniglia e burro fuso. Al palato è voluminoso e sorretto da un grande nerbo acido. Interessante la nota alternata tra la freschezza e le sfumature iodate minerali che impreziosiscono la presenza al palato. Affina in botte grande e 12 mesi in bottiglia prima della messa in commercio.

Un vino di sensazionale freschezza, precisione e nitidezza olfattiva. Testimonianza virtuosa del potenziale enologico della Valle d’Aosta. Molto interessante il potenziale d’invecchiamento. Meritatamente tra i migliori vini bianchi italiani.

Vitigni: Blend di vitigni autoctoni della Valle d’Aosta.
Regione: Valle d’Aosta    

Curtefranca Chardonnay 2015 – Ca’ del Bosco

Caratteristiche: Al naso affiorano decise note di frutta matura a polpa bianca, pepe rosa, viennoiserie, cioccolato bianco e nocciole tostate. Il sorso è ricco, pieno e morbido, sostenuto da una bella acidità che culmina in un finale dai continui echi fruttati e di spezie dolci.

Cantina italiana in grado di produrre uno dei più eleganti e coinvolgenti Chardonnay a livello internazionale. Meritatamente tra i migliori vini bianchi italiani per l’espressione di inconsueta finezza del vitigno.

Vitigni: Chardonnay 100%
Regione: Lombardia

Pigato ‘U Baccan’ 2016Bruna

Caratteristiche: Fiori d’arancio e acacia sono impreziositi da delicate sfumature agrumate, di frutta esotica ed erbe officinali. Il sorso è succoso, slanciato, con una piacevolissima presenza salina sul finale che invoglia la beva.

Vino appassionante che massimizza le potenzialità espressive del Pigato: Una ventata di brezza marina al sapore di sambuco e mandarino. A pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani per incisività ed estro. 

Vitigni: Pigato 100%
Regione: Liguria

‘Vecchie Vigne Contrada Salvarenza’ Soave Classico 2016 – Gini

Caratteristiche: Papaya, mango e pesca gialla matura si fondono a timbri speziati e di pietra focaia. Al palato scorre morbido e profondo, con un netto taglio roccioso dagli echi salmastri. Finale lungo di grande armonia.

Da viti centenarie a piede franco nasce un Soave Classico dal carattere raffinato e seducente, da annoverare tra i migliori vini bianchi italiani per la spiccata sapidità minerale che ritma la beva.

Vitigni: Garganega 100%
Regione: Veneto

Soave Classico ‘La Rocca’ 2018Pieropan

Caratteristiche: Al naso affiorano decise note di mela cotogna e pesca di verona, viennoiserie e salvia. Il sorso è setoso, pieno e morbido, sostenuto da una bella acidità che si distende verso una persistenza imperitura e dai continui echi fruttati e di spezie dolci.

Una tra le più virtuose interpretazioni eleganti di Soave. Meritatamente tra i migliori vini bianchi italiani per valorizzazione magistrale del potenziale della Garganega.

Vitigni: Garganega 100%
Regione: Veneto

MIGLIORI VINI BIANCHI DELL’ITALIA CENTRALE

Trebbiano d’Abruzzo 2016 – Valentini

Caratteristiche:  Un caleidoscopio di profumi che si fa spazio tra sentori floreali di camomilla, frutta a polpa gialla tropicale e candita, té verde essiccato, proseguendo con sfumature che ricordano erbe officinali, nepitella selvatica, cioccolato bianco e sfumature salmastre. Il palato conferma l’olfatto con chiusura balsamica.

Un vino bianco lisergico e di straordinaria finezza aromatica, dai profumi seducenti e avvolgente al palato. Ottimo potenziale d’invecchiamento. Interpretazione virtuosa di Trebbiano d’Abruzzo, a pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani.

Vitigni: Trebbiano d’Abruzzo 100%
Regione: Abruzzo

Trebbiano d’Abruzzo 2018 – Emidio Pepe

Descrizione:  Naso ricco di sfaccettature, tra note di ginestra, frutta matura a polpa gialla e albicocca candita, finocchietto selvatico, miele e leggere sensazioni ossidative.  Il sorso è morbido e voluminoso, con una granulosa presenza salina sul finale. 

Un vino bianco originale e schietto, di grande tipicità territoriale. Tra i migliori vini bianchi italiani dell’Abruzzo per l’interessante dialettica tra polposità del frutto, sapidità ed evoluzione.  

Vitigni: Trebbiano d’Abruzzo 100%
Regione: Abruzzo

“Marina Cvetic” Riserva 2011 – Masciarelli

Caratteristiche: Note di frutta a polpa gialla matura si mescolano a lavanda e miele di zagara su un delicato sottofondo vanigliato. In bocca è avvolgente, pieno e corposo, di ottima persistenza.

Masciarelli ci regala un Trebbiano d’Abruzzo animato da un’energia ancora scalpitante, generoso e di grande identità. Tra i migliori vini bianchi italiani per la valorizzazione impeccabile del vitigno abruzzese.

Vitigni: Trebbiano 100%
Regione: Abruzzo

Testamatta Bianco 2018 – Bibi Graetz

Al naso si profila ampio e intenso, spandendo note di frutti tropicali, mele cotte e pesca gialla matura impreziosite da souvenirs di erbe officinali.
In bocca è fresco ed elegante con una pronunciata mineralità che sollecita il palato richiamando allusioni di roccia bagnata di mare. Fermenta in barriques di rovere francese tipico dei grandi bianchi della Borgogna e fa affinamento di 6 mesi in barriques e 6 mesi in bottiglia.

Un vino tripudio di profumi e contraddistinto da una sensazionale voluminosità e sapidità al palato. Interpretazione virtuosa di Ansonica, a pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani.

Vitigni: Ansonica 100%
Regione: Toscana

Batar 2017 – Querciabella

Caratteristiche: Al naso si staglia un ampio bouquet che spazia da frutta matura a polpa gialla, acacia, crema pasticcera e zafferano. All’assaggio è ricco e sontuoso, avvolge morbidamente il palato allungandosi verso un finale cremoso di ottima persistenza. Vinificato con l’utilizzo di lieviti indigeni.

Etichetta di punta di Querciabella, Batar è un vino magistralmente  equilibrato nelle sue componenti grasse e sapide, espressione di inconsueta finezza. Da annoverare tra i migliori vini bianchi italiani per voluminosità al palato e carattere identitario.

Vitigni: Chardonnay 50%, Pinot Bianco 50%
Regione: Toscana

‘Boggina B’ 2018 – Petrolo

Descrizione: Note di frutta a polpa gialla sciroppata si alternano a  salvia, nepitella, cioccolato bianco e burro fuso. Il sorso è ricco e di buona struttura, di grande concentrazione e sensazionalmente integrato da una marcata nota salina. Finale lungo e di grande pulizia con echi sul frutto e le dolci note boisé.

Un vino dal sorso pieno e seducente, caratterizzato da timbri balsamici e salmastri. Tra i migliori vini bianchi italiani per la capacità di contemperare identità, struttura ed eleganza.

Vitigni: Trebbiano Toscano 100%
Regione: Toscana

Riserva “L’Albereta” 2016 – Il Colombaio di Santa Chiara

Caratteristiche: Naso ricco di sfaccettature tra agrumate note di zagara, albicocche, salvia e zafferano. Il sorso è energico e ben strutturato, sostenuto da una bella lama acida che ne invoglia la beva. Finale di grande pulizia, intenso e persistente. Fermentazione con lieviti indigeni.

Una Vernaccia di San Gimignano impeccabile, dal sorso salino e coinvolgente.  Tra i migliori vini bianchi italiani per poliedricità olfattiva e  presenza espansiva al palato.

Vitigni: Vernaccia di San Gimignano 100%
Regione: Toscana

Vernaccia di San Gimignano ‘Carato’ 2016 – Montenidoli

Descrizione: Olfatti giocato inizialmente su note di frutta esotica e senape di Digione, impreziosite da più enigmatici di idrocarburi. La bocca è ampia e vivace e sorretta da una piacevole scia minerale con finale lievemente ammandorlato. Vino biologico, fermentazione spontanea in contenitori di acciaio in cui seguono maturazione e affinamento sulle fecce fini per svariati mesi.

Una delle migliori vini bianchi italiani per poliedricità olfattiva, raffinata, longilinea e sincera, grande presenza al palato. Vino biologico.

Vitigni: Vernaccia di San Gimignano 100%
Regione: Toscana

‘Tardivo ma non Tardo’ Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico 2017 – Santa Barbara 

Caratteristiche: Olfatto tutto giocato su frutta a polpa gialla tropicale, pesche sciroppate, miele di zagara, datteri disidratati e mandorle tostate. Il sorso è pieno e succoso,  dotato di una piacevolissima vena salmastra che entra in sinergia con il frutto, che sul finale fa da protagonista.

Prodotto con uve surmature, Tardivo ma non Tardo è un vino sapido e polposo, ben strutturato ma eccezionalmente beverino, pluripremiato dalla critica enologica di tutta la penisola italiana. La cantina Santa Barbara, tra le più importanti della realtà marchigiana, aderisce a una Onlus dedita alla ricerca per le malattie neurovascolari, donandole parte del ricavato: un motivo in più per lasciarsi sedurre da uno dei migliori vini bianchi d’Italia.

Vitigni: Verdicchio 100%
Regione: Marche

‘Cantico della Figura’ Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva 2017 – Andrea Felici

Caratteristiche: Naso ampio e variegato, articolato su erbette selvatiche, ginestra, pesca e pompelmo, impreziosito da note di pasticceria e sentori fumè. Al palato scorre denso e sinuoso, dotato di una sapida acidità granulare che lascia la bocca freschissima e appagata. Grande persistenza con continui ritorni fruttati.

Un vino da sorso glicerico e al tempo stesso freschissimo, polposo e salmastro. Punto di riferimento della viticoltura marchigiana, Cantico della Figura è un vino unico, a pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani.

Vitigni: Verdicchio 100%
Regione: Marche

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva 2016 – Villa Bucci

Caratteristiche: Il naso è avvolto da un bouquet olfattivo intenso e stratificato: ginestra, camomilla, nipitella e frutta in confettura a polpa gialla lasciano pian piano spazio alla pietra focaia e a suggestioni di salsedine. In bocca è largo e setoso, con un finale iodato in cui riaffiora deciso il frutto.

Un vino iconico, che ha fatto la storia della DOC Castelli di Jesi. Raffinato, complesso e straordinariamente serbevole, il Verdicchio Riserva di Villa Bucci è da annoverare a pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani per eleganza e piacevolezza al palato.

Vitigni: Verdicchio 100%
Regione: Marche

Viognier Ars Magna 2018 – Ômina Romana

Naso ricco di sfaccettature, tra agrumate note zagare, melone, finocchietto selvatico, garrigue e pan brioche. In bocca si svela ricco, fresco e di nerbo, con un finale piacevolmente sapido che amplifica le sensazioni allungandosi verso un finale di sensazionale persistenza in cui riecheggia protagonista il frutto e le sensazioni mediterranee.

Straordinaria interpretazione di Viognier nel Lazio: quadro olfattivo molto complesso e seducente, struttura equilibrio e sapidità. Si staglia il frutto varietale del Viognier molto nitido impreziosito da note terziarie magistralmente integrate. Meritatamente tra i migliori vini bianchi italiani.

Vitigni: Viognier 100%
Regione: Lazio

Fiorano Bianco 2017 – Tenuta di Fiorano

Caratteristiche: Profilo aromatico stratificato: si apre su note di pesca sciroppata, fiori di zagara, per proseguire verso timbri di cappero selvatico e macchia mediterranea. Al palato si spande voluminoso, fresco e sapido. Finale ben equilibrato, di ottima persistenza e pulizia con rimandi sulle note fruttate-floreali. Fermentazione con lieviti indigeni in botti di rovere da 10 ettolitri e maturato “sur lies”.

Icona della viticoltura del Lazio: Un vino espansivo ed eloquente. Senza dubbio tra i migliori vini bianchi italiani per complessità gusto-olfattiva e carattere territoriale. Testimone indiscusso delle sensazionali potenzialità enologiche del Lazio.

Vitigni: Grechetto e Viognier
Regione: Lazio

‘Cervaro della Sala’ Castello della Sala 2018 – Antinori

Descrizione Sensazionale il quadro olfattivo che tratteggia sfumature di ginestra e fiori di zagara si uniscono a note di acacia, macchia mediterranea e  grafite. Al palato è pieno e armonico, di ottima struttura e con una piacevolissima vena acida che fa presagire un grande potenziale di invecchiamento. Finale fresco e persistente.

Un vino d’inconsueta eleganza e dal sorso ampio, pulito e minerale. A pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani per la maestria con la quale è stato massimizzato il potenziale espressivo del terroir dell’Umbria.

Gorgona 2017 – Frescobaldi

Caratteristiche: Ventaglio aromatico ampio e stratificato: si apre su note di elicriso, camomilla, timo e nipitella per proseguire verso timbri agrumati e di frutta esotica a polpa gialla. Il sorso è snello ed elegante, ritmato da una spiccata acidità iodata che culmina in un finale dai sussurri balsamici e salmastri.

Gorgona è un bianco guizzante, fresco e avvolgente, dallo spiccato carattere mediterraneo. Frescobaldi ha lavorato a fianco dei detenuti del carcere dell’isola di Gorgona per la realizzazione di questo vino bianco biologico, unico e sui generis, da annoverare meritatamente tra i migliori vini bianchi d’Italia.

Vitigni: Vermentino e Ansonica
Regione: Toscana

MIGLIORI VINI BIANCHI DELL’ITALIA MERIDIONALE

Furore ‘Fiorduva’ 2018 – Marisa Cuomo

Caratteristiche: Pennellate di ginestra, fiori di zagara, frutto della passione e albicocca candita si fondono armoniosamente a fresche note di macchia mediterranea, cedro e té verde essiccato. In bocca è morbidissimo, di ottima struttura, con un sorso pieno e rotondo dal finale salmastro con continui ritorni di frutta candita. 

Icona della Costiera Amalfitana e della Campania intera, Fiorduva è uno di quei vini rari e indimenticabili, prodotto con uve autoctone di primissima qualità. A pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani per la capacità di contemperare struttura, identità ed eleganza.

Vitigni: Fenile 30%, Ginestra 30%, Ripoli 40%
Regione: Campania

Greco di Tufo Giallo d’Arles 2018 – Quintodecimo

Caratteristiche: Ventaglio aromatico ampio su cui spicca l’albicocca, il miele di zagara, la mela cotogna e i datteri. Il sorso è larghissimo e scorrevole, magistralmente bilanciato tra polposità e mineralità. Finale lungo e di grande pulizia.

Un’interpretazione di Greco di Tufo unica e intramontabile. Sicuramente tra i migliori vini bianchi italiani per raffinata espressività olfattiva e intensità al palato.

Vitigni: Greco di Tufo 100%
Regione: Campania

Etna Bianco ‘Le Vigne Niche – Calderara Sottana’  2019 – Tenuta delle Terre Nere

Caratteristiche: Si apre su note agrumate e minerali, sulle quali spicca decisa la scorza di limone, il pompelmo giallo, la pera, la pietra focaia e la grafite. Al sorso è freschissimo, reso scattante da una vena acida dai richiami salmastri. Grande persistenza retro-olfattiva.

Un vino viscerale, vulcanico, tripudio di frutta e mineralità. A pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani per l’intrigante nota alternata sapidità iodata e acidità, che crea una dialettica intrigante e coinvolgente.

Vitigni: Carricante 100%
Regione: Sicilia

‘Pietra Marina’ Etna Bianco Superiore 2016 – Benanti

Caratteristiche: Al naso spiccano note di bergamotto, pompelmo rosa, pesca gialla e litchi, arricchite da delicatissimi sentori di fieno e pietra focaia. Al palato è succoso, dotato di una potente lama acida che traina il sorso verso un finale salino dai ritorni leggermente ammandorlati. Ottima persistenza.

Un bianco travolgente, che avviluppa la beva in un caleidoscopio di sensazioni succose e saline. Da annoverare tra i migliori bianchi italiani per la valorizzazione del vitigno Carricante, esplosivo e di grandissima riconoscibilità.

Vitigni: Carricante 100%
Regione: Sicilia

‘Vigna Sant’Andrea’ 2016 – Pietradolce

Caratteristiche: Mango, papaya e scorza di limone si mescolano a timbri salmastri e minerali. Al palato è freschissimo, pieno e appagante, dotato di grande presenza e sapidità. Finale di straordinaria persistenza.  Nasce da una vigna di oltre 120 anni di età ed è prodotto in un’unica botte di rovere con macerazione sulle bucce per 10 mesi.

Un vino bianco dell’Etna di grandissima complessità ed eleganza. Intenso e appassionante con un finale respiro salino e salmastro. Tra i migliori vini bianchi italiani per piacevolezza complessiva e identità territoriale.

Vitigni: Carricante 100%
Regione: Sicilia (Etna)

Etna Bianco ‘Arcuria’ 2018Graci

Caratteristiche: Ventaglio aromatico lisergico caratterizzato da fiori di zagara, frutto della passione e finocchietto selvatico. Il sorso è intenso, sapido, reso vivace da un’acidità di nerbo che esalta il finale lungo e profumato d’imperitura persistenza.

Uno dei più iconici vini dell’Etna: Tra i migliori vini bianchi italiani per armonia e ricchezza. Un Etna Bianco vibrante d’inconsueta eleganza ed eloquenza.

Vitigni: Carricante 100%
Regione: Sicilia

‘Vigna San Francesco’ 2017 – Tasca d’Almerita

Caratteristiche: Profilo aromatico stratificato: si apre su note di frutta esotica a polpa gialla, ginestra e lime, per proseguire verso timbri di pepe rosa, caramello e crema pasticcera. Al palato scorre denso, burroso ma al tempo stesso fresco e salino. Finale ben equilibrato, di grande persistenza e pulizia.

Icona della viticoltura siciliana, lo Chardonnay di Tasca d’Almerita è un’esplosione di gusto, potente e raffinato. Senza dubbio tra i migliori vini bianchi d’Italia per complessità organolettica e interpretazione sensazionale del vitigno.

Vitigni: Chardonnay 100%
Regione: Sicilia

Santigaini 2016 – Capichera

Caratteristiche: Mandarino, pompelmo, ginestra e miele di acacia si allungano verso note di erbe aromatiche, lavanda e salsedine. Al palato è denso e corposo, dotato di un’intrigante lama acida che sfuma su una scia salina di buona persistenza, con continui ritorni balsamici.

Una tra le più interessanti cantine della Sardegna ci regala un Vermentino sui generis, fresco e invitante, di grandissima riconoscibilità. Un vino coda di pavone, a pieno titolo tra i migliori vini bianchi italiani per complessità, eleganza e carattere.

Vitigni: Vermentino 100%
Regione: Sardegna

Quali sono i migliori vini bianchi in Italia?

Qual è il migliore vino bianco in Italia? Scegliere è un impresa ardua, che comunque soggiace inevitabilmente ai limiti di un’opinione soggettiva, che come tale, per definizione, è deficitaria e arbitraria.

Noi abbiamo semplicemente stilato una lista nostre delle interpretazioni preferite secondo le nostre valutazioni. Rimane tuttavia imprescindibile sottolineare che il vino, non nasce per essere prestigioso, esibito o sfoggiato.

Ma per emozionarci ed essere condiviso in modo genuino con le persone che amiamo, legandosi a situazioni contingenti e ai momenti irripetibili e intimi della nostra vita.

Pertanto, vi invitiamo a visitare cantine e conoscere i produttori che producono vini nella loro unicità, affinché possiate scoprire e scegliere autonomamente il vino che possa essere annoverato per voi tra i vostri personali vini preferiti. Se avete avuto la pazienza di leggere fin qua vi ringrazio per l’attenzione, ma adesso è il tempo riempire i calici e recidere le speranze lontane, e quindi:

Cheers, Salute, Santé