Radici del Sud 2021

Radici del Sud 2021

120 adesioni già confermate, ma se ne attendo ancora tante altre. Stiamo parlando della XV edizione di Radici del Sud, una manifestazione nata per far conoscere e riconoscere i migliori vini e oli del sud Italia. E per la prima volta verranno coinvolte anche le aziende di Abruzzo, Molise e Sardegna, che si aggiungono ai produttori di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

L’evento ufficiale si terrà a Castello di Sannicandro a Bari dal 9 al 14 giugno 2021, ma sarà anticipato in primavera da tre giorni in cui verranno premiati i vini presentati dalle aziende per l’edizione 2020, che è stata annullata a causa del Covid-19.

Il calendario è così organizzato:

Il 10 e 11 giugno saranno giorni dedicati ai wine tour, due giorni intensi in cui i produttori incontreranno i buyer stranieri (in particolare provenienti da Svezia, Danimarca, Norvegia, Gran Bretagna, Olanda, Germania, Russia, Polonia, Corea del Sud, Canada e Stati Uniti)

Il 12 e 13 prenderà avvio il Concorso vero e proprio. Quattro le giurie individuate, formate da giornalisti, influencer, buyer internazionali, esperti del settore enologico e addetti ai lavori). Contemporaneamente nelle altre sale del Castello si svolgeranno gli incontri BtoB tra produttori e importatori.

Unica giornata di apertura al pubblico il 14 giugno, con il Salone del vino e dell’olio, dove gli appassionati potranno incontrare i produttori e degustare le loro specialità. Ingresso ha un costo di 15 euro e comprende anche il kit di degustazione (bicchiere, sacca portabicchiere e quaderno di degustazione)

L’entusiasmo dimostrato dalle aziende ci riempie di orgoglio – commenta Nicola Campanile, organizzatore dell’evento – Mancano ancora svariati mesi all’edizione 2021 e, nonostante il difficile anno che abbiamo alle spalle, cantine e frantoi hanno già riservato quasi tutti i posti disponibili per partecipare a Radici del Sud. È davvero un bel segnale sapere quante realtà credono fortemente nella nostra manifestazione e ci auguriamo che questa possa essere l’occasione di rilanciare i vini e gli oli del Sud Italia e i loro produttori, dopo questo periodo così duro”.

Per le aziende interessate a partecipare consultare il sito: www.radicidelsud.it